Dottorato europeo

 

Che cos’è il Doctor Europæus o dottorato europeo?

L’attestazione di Doctor Europæus rappresenta un “marchio di garanzia” (label) acquisibile in tutti gli Stati europei, congiuntamente al titolo nazionale di dottore di ricerca. In sostanza, esso rappresenta una certificazione aggiuntiva al titolo di dottore di ricerca, che non ha però valore accademico sovranazionale e non implica, a differenza della cotutela di tesi, il rilascio di un titolo di studio riconosciuto da due Stati.

 

Come si articola la procedura per ottenere l’attestazione di Doctor Europæus?

La procedura dovrà essere attivata al terzo anno di Dottorato e, nello specifico, all’atto dell’ammissione alla discussione della tesi.

Per ottenere questa attestazione dovranno sussistere congiuntamente questi requisiti:

  1. la procedura di valutazione della tesi sarà affidata a dei referee anonimi (professori oppure esperti non necessariamente professori) appartenenti a due università di uno o due paesi dell’Unione Europea diversi dall’Italia;
  2. almeno un membro della commissione d’esame dovrà appartenere ad un’università o ad un’istituzione di ricerca di un paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia;
  3. parte della discussione della tesi si svolgerà in una delle lingue ufficiali dei paesi dell’Unione Europea diversa dall’italiano (ma non sarà necessario scrivere la tesi in lingua straniera);
  4. parte della ricerca presentata nella tesi dovrà essere eseguita durante un periodo che ammonti complessivamente a 3 mesi sommando soggiorni di almeno 15 giorni in uno o più paesi dell’Unione Europea diversi dall’Italia.

Commenti chiusi